martedì 25 ottobre 2011

"MIA FIGLIA 13ENNE VERGINE PER 10MILA $". ARRESTATA

"La verginità di mia figlia per 10 mila dollari", L'offerta choc proviene da una donna dello  Utah. La scriteriata madre, 33 anni, rischia ora fino a 30 anni di carcere. E' stata la donna, di Salt Lake City (Utah, Stati Uniti) a confessare di aver provato a vendere la verginità di sua figlia 13enne. Sfruttamento sessuale di un minore è il capo d’imputazione che ora grava sulla donna. 30 anni di carcere, invece, è la pena alla quale potrebbe essere condannata a fine processo.

La donna aveva cercato di guadagnare 10mila dollari dagli abusi che avrebbe subito la sua ragazza, ed aveva provveduto a cercare in giro potenziali clienti. Ad incastrare la madre irresponsabile sono state le foto inviate ad alcuni uomini interessati alla sua offerta, ma soprattutto la denuncia del fidanzato che nel maggio scorso ha consegnato alla polizia le conversazioni salvate sul suo telefonino in cui la donna gli parlava della indecente proposta.

Subito dopo la denuncia, sono scattate le manette ai polsi. La sentenza definitiva arriverà il 5 dicembre. La donna in un primo momento era stata accusata anche di abuso sessuale aggravato. Un’accusa che poteva valergli il carcere a vita, ma che è cessata in seguito alla sua confessione.

Nessun commento:

Posta un commento