giovedì 21 luglio 2011

INFERMIERA UCCIDE 3 PAZIENTI IN OSPEDALE

LONDRA - Queste sono le prime foto dell'infermiera ventisettenne Rebecca Leighton, accusata di aver ucciso tre persone all'Stepping Hill Hospital di Stockport. La Leighton è stata arrestata stamattina alle sei mentre era in casa, con l'accusa di omicidio per la morte di Tracey Arden, 44, George Tenere, 84 e Arnold Lancaster, 71. Le vittime "sono tutte legate alla contaminazione deliberata della soluzione salina con insulina".

Gli investigatori hanno trascorso la giornata nella perquisizione della casa dell'infermiera, nella zona Heaviley, a circa un chilometro dall'ospedale dove lavora.
La polizia ha lasciato la proprietà poco dopo le 5:00, trasportando sei borse piene di oggetti e un computer.
L'appartamento è rimasto isolato, con quattro ufficiali a fare da guardia.

A confermare l'arresto della Leighton è stato anche il Consiglio della Infermieristiche e Ostetriche. L'infermiera è stata interrogata dalla polizia. Un portavoce della Greater Manchester Police ha riferito: «La donna è stata arrestata con l'accusa di omicidio e rimane in custodia per essere interrogata. Le indagini sono in corso, non possiamo dare altri dettagli».
I vicini della Leighton hanno riferito che viveva da sola nel suo appartamento, situato sopra un negozio. Tuttavia hanno aggiunto che spesso la passava a trovare un fidanzato.

Alcuni residenti hanno parlato del loro sgomento circa le morti in ospedale. Jeff Parry, 62 anni, che vive vicino a Stepping Hill, ha dichiarato: «Tutti qui intorno conosciamo qualcuno che lavora all'ospedale o c'è stato ricoverato. E' così difficile credere che queste morti possano essere state intenzionali. E' scioccante, ha scioccato tutti».
Daniel Malone, 32 anni, benzinaio: «Ho un brivido lungo la schiena quando penso a quelle morti. Mia nonna è stata ricoverata in quell'ospedale non molto tempo fa e hanno fatto un ottimo lavoro. Non importa cosa ha causato questo, non dobbiamo dimenticare che si tratta di un grande ospedale».

Alla polizia è stata segnalata anche la contaminazione di un'altraflebo nel reparto maternità ma i test preliminari non hanno confermato alcuna traccia di sostanza nociva e i funzionari sono al lavoro per stabilire se eventuali danni del prodotto è accidentale o intenzionale.
L'assistente capo della polizia Ian Hopkins ha dichiarato: «E' importante sottolineare che questo prodotto non è stato contaminato e, di fatto, il danno potrebbe benissimo essere accidentale, come può accadere abbastanza facilmente in un affollato ospedale».

Misure di sicurezza supplementari sono in atto in tutto l'ospedale e il personale continuerà ad essere vigile: «Grazie alla maggiore consapevolezza, il personale è stato allertato dalla polizia verso qualsiasi cosa possa essere sospetta o rilevante ai fini dell'inchiesta e ad oggi non c'è stata alcuna ulteriore contaminazione».

La polizia ha già parlato con più di 50 dipendenti, cercando di stabilire in che modo le 36 fiale di soluzione siano state contaminate.

La morte di George Keep, Arnold Lancaster, e Tracey Arden viene fatta risalire alla presunta manomissione, ma post-mortem non sono è stato ancora possibile dimostrare un nesso, e ulteriori test sono in corso.

Gli investigatori ritengono che l'insulina avrebbe potuto essere iniettata nelle fiale in un magazzino tra i reparti A1 e A3 e intendono esaminare i filmati a circuito chiuso di quell'area.


http://www.leggo.it/articolo.php?id=132538

Nessun commento:

Posta un commento