domenica 19 giugno 2011

Al grido di «Porta Portese non si tocca» continua la protesta degli ambulanti dello storico mercato romano.

ROMA -  Da stamattina alcune centinaia di venditori ambulanti di Porta Portese hanno bloccato viale Trastevere, una delle strade principali della Capitale, precisamente all'altezza di piazza Ippolito Nievo.

Al centro della protesta è l'intervento della polizia municipale questa mattina al mercato per effettuare delle multe.

Gli ambulanti hanno bloccato la sede stradale e tramviaria, secondo quanto confermato dalla polizia municipale, intervenuta sul posto con gli agenti del XVI gruppo.

«Per ora non ci hanno permesso di prendere i furgoni - ha detto al telefono all'ANSA Maurizio Cavalieri, uno dei venditori dello storico mercato romano - ma la nostra intenzione è quella di bloccare tutto per farci sentire. Per ora siamo in circa cinquecento».

Al grido di «Porta Portese non si tocca» continua la protesta degli ambulanti dello storico mercato romano.

La manifestazione sta creando disagi al traffico, con linee di bus e di tram deviate. «Tutte le domeniche è la stessa cosa - si è lamentato uno dei commercianti -, siamo stanchi. Alcuni di noi hanno ricevuto multe da 5.000 euro. Ora è il momento di dire basta».

«Malgrado l'incontro con Bordoni (assessore comunale al Commercio, ndr) - ha spiegato Maurizio Cavalieri, uno dei venditori di Porta Portese -, in cui si era deciso lo stop alle multe, oggi i vigili urbani si sono presentati per elevare le sanzioni.

Il comandante del XVI Gruppo, Modafferi, per sua iniziativa ha fatto i verbali».

Traffico bloccato quindi e forze dell'ordine a presidiare viale Trastevere; gli animi degli ambulanti sono surriscaldati e la protesta non sembra destinata ad esaurirsi in fretta.

«Se non abbiamo risposte positive - ha aggiunto Cavalieri - domenica prossima inchiodiamo Roma. Mille furgoni invaderanno e bloccheranno la Capitale».

http://www.leggo.it/articolo.php?id=127843

Nessun commento:

Posta un commento