giovedì 12 maggio 2011

Istanze di audizione per il DDL 957. I nemici del condiviso affilano i coltelli

Di certo c'è che il DDL 957 dà fastidio, esattamente come lo dava sei-sette anni fa il disegno di legge sul Condiviso. Il dibattito che si accinge a riprendere al Senato, però, mostra impietosamente tutti gli interessi in campo del binomio Magistratura-Avvocatura (ANFI e AMI escluse), con le camere minorili attorno a far baccano. 

E' sufficiente scorrere l'elenco di quanti hanno fatto istanza di audizione (lista ottenuta grazie al sen. radicale Marco Perduca - vedi scorrendo l'articolo in basso) per capire che la paura di perdere terreno, in chi lucra dal conflitto, è tanta. Accanto alle associazioni senza scopo di lucro, infatti, che possono vantare un ruolo ad esclusiva difesa della collettività, hanno chiesto di esprimere la propria opinione anche i magistrati - AIMMF, ma non dovrebbero farsi i fatti loro, e "rispondere solo alla legge" ? - e gli avvocati targati AIAF, notoriamente favorevoli all'attuale stato di cose e, sopratutto, al falso condiviso. 

Accanto a questi l'OUA, scesa in campo arrogandosi la rappresentanza di tutti i legali d'Italia (circa 207.000, ad oggi) e brava soltanto a criticare, ma non a suggerire alternative che non siano sempre quelle in salsa "pre-condiviso". L'Organismo Unico, peraltro, fa finta di non vedere i tanti bravi avvocati che, invece, sono favorevoli alla cultura della Bigenitorialità e che non si sentono affatto rappresentati da esso.
Degna di nota (e benvenuta) la presenza delle associazioni di mediatori familiari, per i quali si auspica che il primo passaggio obbligatorio, in caso di separazione, diventi finalmente realtà. La recente entrata in vigore del decreto che ha sancito l'obbligatorietà della mediazione civile, in tal senso, sembra essere un buon viatico. Come in molti ricorderanno, infatti, nel 2006 la L. 54 venne varata con il sacrificio degli articoli che disciplinavano proprio la Mediazione Familiare, che fu quindi circoscritta in un ruolo che faceva comodo solo agli avvocati. Oggi si spera che la truppa dei mediatori, che in questi cinque anni di oscurantismo giudiziale si sono comunque rafforzati, non si facciano più prendere in giro dai loro principali antagonisti, i quali avevano promesso mari e monti alla Mediazione, per poi far fare la fine che tutti conosciamo. "Non preoccupatevi, nello studio di ogni avvocato divorzista ci sarà uno di voi", avevano detto gli avvocati ai mediatori....Una bella sola, non c'è che dire. 

Non passano inosservate le richieste di audizione di singoli magistrati. A parte il Dott. Luciano Guaglione, persona notoriamente equilibrata e degna di ogni stima, non esprimiamo, per il momento, alcun parere sugli altri. Molti di loro li conosciamo già, e nonostante qualcuno abbia cercato di cambiar pelle (anche con una certa esposizione mediatica), alcuni fatti di cui siamo a conoscenza, e che verranno presto scoperchiati, ci impongono di diffidare. Sarà comunque interessante conoscere i contenuti dei loro interventi, e AD-NEWS seguirà con attenzione i lavori della Commissione Giustizia.

A monte di tutto, la domanda rimane sempre la stessa: cosa ci fanno ben 14 magistrati, rappresentanti del potere Giudiziario, in una commissione parlamentare che deve esaminare un disegno di legge, la cui attività rientra quindi nel potere Legislativo ? E il principio costituzionale della separazione dei poteri, che fine ha fatto ? 

Per ultime, ma non certo meno importanti delle altre, le istanze di psicologi e professori universitari, tra i quali spiccano nomi importanti.  Ecco l'elenco completo, aggiornato a ieri.
 
ASSOCIAZIONI:
1. A.I.Me.F - Associazione Italiana Mediatori Familiari Presidente: Luigi Zammuto
2. FenBi - Federazione Nazionale per la Bigenitorialità Presidente: Fabio Nestola
3. ADIANTUM - Associazione di Associazioni Nazionali per la Tutela dei Minori Segretario Nazionale: Alessio Cardinale
4. A.N.F.I. - Associazione Italiana Familiaristi Italiani Presidente: Avv. Carlo Ippoliti
5. Associazione Crescere Insieme Presidente: Prof. Marino Maglietta
6. Ass. "Papà separati dai figli - Bari" 
7. Consiglio. Naz. Forense Vice presidente: Carlo Vermiglio
8. ANAMEF (Ass. Naz. Avv. Med. Fam.) Presidente: Lucilla Anastasio
9. AMI (Ass. Matrimonialisti Italiani) Presidente: Gian Ettore Gassani Presidente AMI Emilia Romagna: Katia Lanosa
10. Camera Minorile in CamMino Presidente: Avv. Maria Giovanna Ruo
11. A.I.A.F (associazione italiana degli avvocati per la famiglia e per i minori) Presidente: Avv. Milena Pini
12. Centro studi diritto famiglia Presidente: Avv. Anna Galizia Danovi
13. ISP (Istituto di studi sulla paternità) Presidente: Maurizio Quilici
14. Unione Nazionale Camere Minorili
15. Comitato per le pari opportunità dell'ordine degli avvocati di Bari
16. Associazione LADDES (Libera Associazione Donne Divorziate E Separate)
17. FAMILY s.v.g. Onlus
18. Associazione Figli per i Figli
19. GESEF - Associazione di genitori separati dai figli
20. Associazione papà separati e figli onlus
21. Consiglio nazionale dell'ordine degli psicologi
22. Centro siciliano di terapia della famiglia - s.r.l.
23. A.I.P.P.C. - associazione italiana psicologi e psichiatri cattolici
24. Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia
25. Papà separati Lombardia
26. AIMMF - Associazione italiana dei magistrati per i minorenni e per la famiglia
27. Associazione GeA - Genitori Ancora
28. Spazio MeF - Mediazione familiare
29. OUA - Organismo Unitario dell'Avvocatura italiana
 
MAGISTRATI:
30. Luciano Guaglione, via d'Aragona 36, 70051 - Barletta
31. Alessandra Arceri, Giudice specializzato in Diritto di famiglia, Trib. Ordinario Bologna
32. Giovanni D'Onofrio, Santa Maria Capua Vetere, giudice specializzato in Diritto di famiglia, Trib. Ord. S. Maria Capua Vetere
33. Giuseppe Spadaro, Presidente Tribunale di Lamezia Terme
34. Pasquale Andria, Presidente del Tribunale per i minori di Salerno
35. Maria Carla Gatto, Presidente del Tribunale per i minori di Brescia
36. Livia Pomodoro, Presidente Tribunale di Milano
37. Prof. Avv. Fernanda Contri - già giudice della Corte costituzionale
38. Massimo Dogliotti - consigliere Corte di cassazione
39. Francesca Ceroni - magistrato destinato all'Ufficio del massimario della Corte di cassazione
40. Giacomo Oberto - giudice del Tribunale di Torino
41. Valeria Montaruli - giudice del Tribunale per i minorenni di Bari
42. Geremia Casaburi - consigliere della Corte d'appello di Napoli
43. Melita Cavallo, Presidente Tribunale Minorenni Roma
44. Avv. Giovanna Fava - Reggio Emilia
 
DOCENTI UNIVERSITARI (AVV. E PSICOLOGI):
45. Prof. Gian Piero Turchi, Dip. Psicologia, Università di Padova, rappresentante dell'Italia presso l'European Mediation Network
46. Prof. Giovanni Battista Camerini, Neuropsichiatra infantile e psichiatra
47. Prof.ssa Gilda Ferrando - ordinario di diritto privato nell'Università di Genova, esperta nella materia dei diritti dei minori.
48. Prof. Andrea Proto Pisani - ordinario di diritto processuale civile, Università di Firenze
49. Prof. Francesco Caruso - ordinario di diritto dell'Unione europea, Università Roma 2

Fonte: http://www.adiantum.it/public/2466-istanze-di-audizione-per-il-ddl-957.-i-nemici-del-condiviso-affilano-i-coltelli.asp

Nessun commento:

Posta un commento