domenica 17 aprile 2011

Vittima di malagiustizia il probabile autore dei manifesti a Milano. Lo spiegano i quotidiani la repubblica e il giornale

Ex sindaco si dice l'autore dei cartelloni
"Ma resto candidato con il Pdl a Milano"

Il racconto al "Giornale". E' stato in carcere per 42 giorni. Poi è stato assolto. Ora è il presidente dell'associazione "Dalla parte della democrazia", "nata per dare manforte a Berlusconi" nella lotta per la riforma della giustizia. Ora ammette: "È stata una provocazione esagerata"

 

MILANO - Sarebbe Roberto Lassini l'autore dei manifesti 1 comparsi a Milano con la scritta "Via le Br dalle procure". Lo rivela lui stesso, ex sindaco Dc, coinvolto nel 1993 in un'inchiesta che lo portò in carcere per 42 giorni e lo costrinse a una battaglia legale di cinque anni prima di essere assolto con formula piena, in un'intervista al Giornale. Dopo il clamore provocato da dalla vicenda dei manifesti, Lassini ammette di aver esagerato, ma garantisce che il suo gesto non voleva essere offensivo verso i magistrati e le istituzioni. E smentisce di aver autosospeso la sua candidatura con il Pdl alle prossime Comunali di Milano.

Per la storia del 1993, Lassini dice di aver perso tutto e, proprio per la sua vicenda personale, ripete che la giustizia va riformata, come fa Berlusconi. E proprio "per dare manforte a Berlusconi - si legge nell'intervista del Giornale - è stata creata due mesi fa l'associazione" 'Dalla parte della democrazia'.

E sul clamore causato dai manifesti 2dice: "È stata una provocazione. Esagerata - ammette - ma tale. Sono certo che l'obiettivo non fosse mancare di rispetto alle vittime del terrorismo". Ma lui, che si sente vittima dei magistrati, che ha dovuto rinunciare alla sua carriera politica, che ha
ottenuto un risarcimento di 5mila euro, insufficienti "anche a coprire le spese legali",  si fa 'paladino' di una giustizia che dice "va assolutamente riformata".

[Fonte http://www.repubblica.it/cronaca/2011/04/17/news/una_provocazione_senza_offesa-15045848/?ref=HREC1-8]

----------------------


Manifesti anti-pm, Lassini: "Li ho messi io" Il sindaco Moratti: "Autosospeso dalla lista"

L’autore dei cartelloni anti-toghe affissi a Milano è Roberto Lassini, ex sindaco Dc travolto da un’inchiesta e poi assolto: "Una provocazione, nessuna offesa". Era candidato alle comunali con il Pdl, la Moratti: "Si è già autosospeso". La verità sui manifesti: "Li ho messi io"

 

Milano - Roberto Lassini, l’autore del manifesti con su scritto "Fuori le Br dalle procure", si è autosospeso dalla lista del Pdl alle prossime elezioni comunali di Milano. Lo ha annunciato lo stesso sindaco di Milano Letizia Moratti al termine della convention elettorale al Teatro Nuovo. "Ho già stigmatizzato questo comportamento - ha detto il sindaco - le istituzioni vanno tutte rispettate, so che si è autosospeso".

[Fonte http://www.ilgiornale.it/interni/manifesti_anti-toghe_sono_stato_io_metterli_moratti_si_e_autosospeso_lista_pdl/17-04-2011/articolo-id=517948-page=0-comments=1]

Nessun commento:

Posta un commento