sabato 30 aprile 2011

Stati Generali Giustizia Familiare: genitori e associazioni protagonisti a Roma il 7 maggio

Roma. Il Comitato Organizzatore (Radicali Italiani, ADIANTUM, L.I.D., FENBI, ANFI, Genitori Italiani) della prima edizione degli Stati Generali sulla Giustizia Familiare ha definito il programma attraverso il quale si snoderanno i tre giorni di lavori. 

Si comincia il 5 al Campidoglio con interventi tecnici (ma non solo...) destinati ad una platea di avvocati e consulenti familiari. Si prosegue il 6 (sempre al Campidoglio) con relazioni di ampio respiro e l'intervento di rappresentanti del Governo (Sottosegretario Giovanardi) e parlamentari (Gallone, Bernardini, Mussolini), e si chiude il Sabato 7 maggio all'Hotel Palatino (via Cavour, 213/m), in quella che è destinata ad essere la giornata più ricca e rappresentativa per la Società Civile. Sono prev, infatti, ampi spazi di intervento (4 minuti ciascuno) per i genitori che si sono iscritti a parlare e che vogliono raccontare la propria esperienza di Giustizia Familiare. 

Spazio anche alle associazioni regionali, i cui rappresentanti avranno a disposizione 15 minuti ciascuno.
A partire da domani, pertanto, l'evento verrà propagandato grazie al lavoro di un Ufficio Stampa ("Il Paese delle idee", resp. Mauro Alcamisi) e grazie all'impegno dei volontari del Comitato Organizzatore. 

Particolare rilievo avrà, come si diceva, la giornata del 7 maggio, durante la quale verrà redatto un documento programmatico che verrà consegnato nelle mani dei maggiori rappresentanti delle Istituzioni: Presidente della Repubblica, presidenti di Camera e Senato, Presidenza del Consiglio e CSM. Il medesimo documento verrà trasmesso agli organismi dell'Avvocatura Nazionale e dei Servizi Sociali. 

Nei prossimi giorni, inoltre, gli stessi destinatari, più altre personalità qualificate, verranno formalmente invitati ad intervenire alla tre giorni di Roma.

Fonte: adiantum.it

Nessun commento:

Posta un commento