domenica 24 ottobre 2010

Donna francese dichiarata clinicamente morta, si risveglia dopo 14 ore

Tutto è accaduto a Bordeaux, in Francia. A riferire l’episodio è stato il direttore del policlinico Bordeaux-Rive Droit, dove qualche giorno fa, Lydia Paillard, malata di tumore dal 2005, si era recata per sottoporsi ad una seduta di chemioterapia. Dopo aver assunto delle pillole e una flebo di medicinale per prevenire il vomito, la donna si sente poco bene e perde completamente i sensi, senza dare segni di vita.
Il personale ospedaliero ha tentato in tutti i modi di recuperare le normali condizioni della paziente; dopo vani tentativi la donna è caduta in coma profondo e successivamente è stata trasferita nel reparto di rianimazione dove, per mantenerla in vita, è stata messa sotto respirazione artificiale.

I medici dell’ospedale, dopo aver dichiarato la 60enne francese clinicamente morta, chiedono il consenso ai figli, che fortunatamente non accettano, di poter staccare le macchine che mantenevano in vita la loro madre. In seguito i figli chiedono il trasferimento della madre nella clinica universitaria di Bordeaux, dove la donna viene sottoposta ad uno scanner, che ha escluso lo stato di morte cerebrale. Uno dei figli, Serge Paillard, ha dichiarato che “È stata una richiesta terribile quella che hanno fatto i medici.

Naturalmente siamo contenti che mia madre sia viva, ma abbiamo bisogno di una spiegazione dettagliata di come questo sia potuto accadere“. Il direttore del policlinico, Yves Noel, ritiene che la causa dello stato, molto simile alla morte, della donna possa essere stato un attacco epilettico. Chi assisteva la donna in ospedale ha sostenuto che la paziente all’ improvviso, come se nulla di grave fosse accaduto, si è svegliata, si è seduta sul letto ed ad uno dei figli ha detto queste precise parole: ” Mi sento molto meglio. Ho dormito molto bene“. L’ unica cosa che la signora ricorda è quella di essersi sentita poco bene subito dopo la somministrazione del medicinale utile alla prevenzione del vomito. I medici dell’ospedale, increduli di ciò che hanno visto con i loro occhi, definiscono l’episodio come “evento miracoloso ed estremamente raro“.
I familiari della 60enne francese sono contenti che tutto si sia risolto per il meglio ma hanno intenzione di denunciare il personale medico del policlinico per negligenza.

Fonte e Foto: ilsussidiario.net

Nessun commento:

Posta un commento